Galzignano, capriolo travolto da un’auto pirata: salvato dalle guardie ecologiche

L’allarme è stato lanciato da una turista tedesca da un campo di golf di un hotel, ora è ospitato in un centro di recupero a  Rovigo

GALZIGNANO TERME. Se la caverà grazie all’intervento delle Guardie ecologiche volontarie (Gev) dell’Ente Parco Colli e alla pronta segnalazione di una turista tedesca ospite negli alberghi della zona Civrana di Galzignano Terme, il capriolo ferito recuperato sabato pomeriggio nei campi da golf di uno degli hotel.

L’animale con due zampe spezzate a causa molto probabilmente dell’impatto con una macchina mentre attraversava via Terme, la strada che da Battaglia porta a Galzignano, è stato affidato alle cure de Centro di recupero animali selvatici di Polesella (Rovigo) gestito dal veterinario Luciano Tarricone, convenzionato con il Parco.

Visibilmente sofferente il capriolo di circa un anno è stato sedato e trasportato all’interno di una apposita gabbia. Appena giunto alla clinica veterinaria è stato sottoposto ad un intervento chirurgico per ricomporre le fratture e ora dovrà restarci per diversi giorni prima di ritrovare la liberà e tornare a scorazzare sugli Euganei. 

Biasetto

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Marmolada poco prima del crollo nelle immagini del soccorso alpino

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi