Blackout a Piazzola, Gazzo e Grantorto: semafori spenti e disagi per attività e famiglie

Tecnici Enel impegnati a riparare un guasto

Il guasto giovedì su una linea elettrica tra Carturo e Isola Mantegna. E’ durato 45 minuti, fra le 13:15 e le 14. Acqua calda ed elettrodomestici sono rimasti inutilizzabili

PIAZZOLA. Tre quarti d’ora di blackout elettrico per centinaia di famiglie fra Piazzola sul Brenta, Gazzo e Grantorto. La corrente è mancata dalle 13.15 di giovedì fino a poco dopo le 14 per un guasto partito da una linea a nord di Piazzola, nelle frazioni di Carturo e Isola Mantegna, che ha poi interessato gran parte del Comune di Gazzo e la zona sud del Comune di Grantorto. I disagi maggiori hanno riguardato la viabilità, poiché si sono spenti anche i tre semafori di Due Albere e quello in centro a Gazzo. La situazione più critica è stata riscontrata lungo la provinciale 94 Contarina in prossimità dell’incrocio semaforico, già teatro di innumerevoli incidenti.

Il traffico ha subito inevitabili rallentamenti, ma fortunatamente non ci sono stati grossi problemi. Tutti hanno rispettato la precedenza, che in caso di semaforo spento va data a chi percorre la Contarina. L’orario del blackout ha ridotto i disagi anche per i servizi Pos e bancomat, essendo chiusi al pubblico i negozi e la maggior parte degli uffici.

Qualche problema per gli ultimi clienti agli sportelli bancari e postali. Molteplici invece sono state le segnalazioni giunte nei Comuni e alla polizia locale da parte dei cittadini, rimasti senza energia elettrica nelle abitazioni. Acqua calda ed elettrodomestici sono rimasti inutilizzabili per un bel po’, in particolare campanelli, citofoni e cancelli elettrici.

Il più colpito è stato il Comune di Gazzo, mentre a Piazzola si è “spenta” solo l’area a nord. «Nelle altre zone» conferma il sindaco Valter Milani «abbiamo ricevuto alcune segnalazioni di sbalzi di corrente, ma il disagio è stato circoscritto».

A Grantorto funzionava il semaforo fra via Dante e via Regina Elena, mentre quello sulla provinciale era in tilt. Gli apparecchi rimasti spenti hanno creato rallentamenti alla circolazione stradale in un punto nevralgico dove si incrociano la provinciale Giarabassa con la Contarina, entrambe molto trafficate nei giorni feriali.

Stesso problema al semaforo in centro a Gazzo. L’occasione ha riportato in luce l’esigenza di realizzare una rotonda nel pericoloso incrocio di Due Albere, a Grantorto. L’opera, di cui si parla da diversi anni, è già finanziata dalla Provincia di Padova. Mancano gli ultimi dettagli all’iter burocratico per poter dare avvio alla gara e al cantiere

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi