Padova Marathon, pronti al via tra bus deviati e tram fermo. Quello che bisogna sapere

Manuale su come muoversi sia che vogliate partecipare alla grande corsa di domenica 24 o muovervi in città evitando gli stop e i blocchi. Attenzione alla giornata ecologica: centro off limits dalle 8.30 alle 18.30

PADOVA. La Maratona divide in due Padova. Sarà una giornata difficile per la circolazione stradale, vista la concomitanza tra la manifestazione sportiva e la domenica ecologica per cui l’area entro le Mura cinquecentesche è off limits per le auto della 8. 30 alle 18. 30.

TRAM.  Per tutta la durata della maratona la circolazione del tram sarà divisa un due tronconi. La tratta Nord, limitata da Pontevigodarzere alla Stazione e quella Sud che non vedrà neppure tram sino alle 13. Il tram sarà sostituito dai bus, che manterranno lo stesso orario, sul seguente percorso: capolinea sud, via Guizza, Bassanello, via d’Acquapendente, via Manzoni, Pontecorvo, Ospedale civile, stazione. Dalle 13 tornerà a circolare il tram ma con capolinea temporaneo alla fermata Cavalletto. Il tram riprenderà a circolare sull’intera tratta a partire dalle 17. 30.

BUS. Modificati anche i percorsi e gli orari dei bus urbani. Servizio regolare solo per i bus 4 (capolinea tram nord - Cadoneghe), 14 (Stazione - Ponte San Nicolò), 15 (San Carlo - Villatora di Saonara) e 88 (capolinea sud tram – Carpanedo di Albignasego). Deviazioni sono previste per la linea 3 (fino alle 17.30), per la 10 (ma solo fino alle 11), per la 11 (con diverse tratte fino alle 10 e poi fino alle 17.30), per la 12, la 13, la 22 e la festiva 42 (sempre fino alle 17.30). La linea festiva 43 è interamente sospesa fino alle 17.30. Tutte le deviazioni dei percorsi dei bus delle altre linee sono indicati alle fermate e sul sito web di BusItalia.

Per quanto riguarda le linee per Abano, Montegrotto e Torreglia, i bus andranno e torneranno dalla zona termale sempre via Tencarola e non attraverso la Mandria sino al termine della manifestazione.

I percorsi di maratona, mezzamaratona e stracittadine

EXPO VILLAGECon l’apertura dell’Expo Village in Prato della Valle (nel lobo di Santa Giustina) sono ufficialmente iniziati i tre giorni della Padova Marathon. Si tratta di uno spazio espositivo di circa 2.500 metri quadri, che fa da punto di ritiro di pettorali e sacche gara per gli oltre tremila iscritti alla maratona e alla mezza, nonché da centro di promozione per espositori, associazioni, enti e istituzioni.

Lì sarà ancora possibile anche l’acquisto del pettorale delle Stracittadine, le corse non competitive aperte a tutti, che tornano finalmente nella loro formula “completa” con i percorsi da 1, 5 e 10 chilometri, in programma domani alle 11.30 (un paio d’ore più tardi rispetto a quanto accadeva fino al 2019 per limitare al massimo gli assembramenti).

I CAMPIONI. Per quanto riguarda l’aspetto più strettamente agonistico, i top runners chiamati a contendersi la vittoria nelle due prove competitive stanno arrivando in queste ore in città. Sabato a mezzogiorno, al Pedrocchi, ci sarà la conferenza stampa di presentazione. Tra gli atleti più attesi l’azzurra Anna Incerti, ma, come da tradizione, non mancano gli specialisti internazionali come l’etiope Fikadu Teferi Girma, favorito nella gara maschile, o come il keniano Stanley Biwott, dominatore delle maratone di Parigi 2012 e New York 2015, uomo da battere nella prova da 21 chilometri.

Nell’occasione si svolgerà la premiazione del concorso “Vota la scuola” dedicato agli istituti scolastici e organizzato in collaborazione con i supermercati Alì e Alìper. Ma saranno anche premiate la onlus e il fundraiser che hanno raccolto più donazioni attraverso il portale di” Rete del Dono”. 

FONDI PER LA RICERCA. Padova Marathon 2022 all’insegna del sostegno alla ricerca, con ricercatori, sostenitori e amici dell’Istituto Veneto di Medicina Molecolare (Vimm) che correranno per dare il proprio contributo e fare da testimonial per la ricerca scientifica dell’istituto di via Orus. La tradizionale competizione podistica, in programma domani, offre a tutti la possibilità di iscriversi e donare: basta scegliere una tra le tre stracittadine non competitive (1 km, 5 km, 10 km) e fare una donazione sulla pagina retedeldono.it per trascorrere una bella giornata di sport e contribuire al tempo stesso a far correre (e vincere) la ricerca scientifica. Testimonial di eccezione per il Vimm sotto il claim “Run4Research”, gli atleti del Gruppo Fiamme Oro, capitanati da Elisa Molinarolo, campionessa italiana di salto con l’asta e sportiva eclettica, e il direttore d’orchestra padovano Giancarlo Rizzi, impegnato a correre la sua prima maratona.

I fondi raccolti grazie alla campagna “Run4Research”, che vedono il Vimm al primo posto per l’entità delle donazioni ricevute tra le 18 charities della Padova Marathon con oltre 4 mila euro raccolti, verranno indirizzati al finanziamento della ricerca per l’individuazione di nuove e sempre più efficaci terapie per combattere la perdita di massa muscolare e per consentire un invecchiamento sano e in salute. —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

La Marmolada poco prima del crollo nelle immagini del soccorso alpino

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi