Contenuto riservato agli abbonati

Donazione con “trucco” alle parrocchie ma è solo una truffa: in due a processo

Il Tribunale di Padova

La evita don Sandro Stefani di Cadoneghe, ci casca il collega di Vigodarzere. Tra le vittime cardinale e vescovo ravennati

CADONEGHE. «Un giorno ricevo una telefonata da un sedicente avvocato Diozzi di Cento: mi informa che una signora, di cui avevo celebrato tre giorni prima il funerale, aveva lasciato una donazione di 40 mila euro alla mia parrocchia. Il legale mi fa i nomi e i cognomi dei familiari della defunta. E mi spiega che i figli erano d’accordo. Tuttavia ho sentito puzza di bruciato, mi sembrava una cosa strana che mi chiedesse di fare due versamenti di alcune migliaia di euro a favore di un notaio per mandare a buon fine l’operazione.

Video del giorno

Crollo in Marmolada, il momento in cui la colata di ghiaccio travolge il sentiero

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi