Contenuto riservato agli abbonati

Gra a Padova, la Regione avvia la chiusura dell’iter: «Non esiste alcun progetto di fattibilità»

Il progetto del Gra e l'assessore regionale e vice presidente Elisa De Berti

Cala il sipario sul Grande Raccordo Anulare: avrebbe dovuto sgravare l’area ovest di Padova ed era necessario per il tram

PADOVA. Non c’è ancora un progetto preliminare né di fattibilità tecnico-economica: la Regione avvia la chiusura del project financing per il Gra, il grande raccordo anulare di Padova. Una grande opera, di cui si parla da vent’anni, che si avvia a finire nel cestino della carta straccia. Un atto che rischia di mettere in crisi tutta la viabilità padovana perché il Gra – nella parte della nuova complanare a ovest della città – era considerato necessario per poter sgravare dal traffico di attraversamento quartieri come Chiesanuova e Montà, e per permettere quindi il passaggio della terza linea del tram, finanziata con il Pnrr e quindi da realizzare entro il 2026.

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi