Contenuto riservato agli abbonati

Attentato alla macelleria di Bagnoli, il movente? Salvatore Allia era geloso di Parton

Il macellaio Parton davanti alla vetrina esplosa

Sospettava una relazione tra il commerciante e l’ex. Una personalità violenta anche con i dipendenti della sua azienda

PADOVA. L’attentato alla macelleria di Andrea Parton a Bagnoli, un arsenale di armi scoperto ad Anguillara, i progetti di una rapina a Marcon e del contrabbando con malavitosi polacchi. Dietro a tutto, c’era il movente passionale, anzi quello di una “malapassione”. Ecco quello che avrebbe spinto Salvatore Allia, già condannato a Trieste per l’omicidio del fidanzato dell’ex convivente, a ideare l’attentato-avvertimento di Bagnoli: la gelosia nei confronti della (nuova) compagna straniera in attesa del loro secondo figlio.

Gli

Video del giorno

Bambino scomparso a Tambre: ecco il momento del salvataggio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi