Contenuto riservato agli abbonati

Padova, divieto di avvicinamento violato: ora il commerciante-stalker va in carcere

La paura delle commesse sotto il Salone. Simone Michelon si giustifica: «Ero in via Roma per caso». Il legale della ragazza: «Per la mia cliente un sospiro di sollievo»

PADOVA. È finito dietro le sbarre per atti persecutori il 32enne Simone Michelon, commerciante del centro con residenza a Limena. Nessuna seconda possibilità stavolta: a firmare l’ordinanza di custodia cautelare che prevede il carcere, il giudice per le indagini preliminari (gip) Claudio Marassi che, lo scorso 7 marzo, pur di fronte all’ennesima violazione del divieto di avvicinamento alla sua vittima a meno di 100 metri, aveva dato una chance al gestore della profumeria “Edvige” sotto il salone.

Video del giorno

Tragedia in Marmolada, l'esperto spiega l'effetto-scivolo delle acque di fusione

Insalata di quinoa con ceci, fagiolini, cetrioli, more e noci con salsa al cocco e curry

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi