Montegrotto, al posto del dancing Casablanca arriva un supermercato

La discoteca di via Vivaldi farà spazio a un Iper Famila «Dopo due anni di mancati introiti, i titolari lasciano»

MONTEGROTTO. Addio vicino per il Dancing Casablanca, la discoteca di via Vivaldi a Montegrotto, destinata a chiudere per lasciare posto al supermercato Iper Famila. Supermercato che si sposterà dall’attuale sede di via Aureliana in una zona più decentrata, a ridosso del Palaberta. A confermarlo è il sindaco di Montegrotto, Riccardo Mortandello, che ha ammesso di essere al lavoro con le relative proprietà per portare avanti il trasferimento del supermercato.

«Stiamo valutando assieme alla proprietà del Famila e a quella del Casablanca il trasferimento, che consentirà di tenere in vita l’immobile della discoteca, destinata a non riaprire», spiega il primo cittadino. «La nuova posizione per il Famila sarebbe certamente più idonea dell’attuale sito, che è troppo centrale. Al Casablanca c’è la possibilità di avere più parcheggi e il supermercato sarebbe più facilmente raggiungibile dagli utenti».

Quella che è in arrivo è anche la fine della storia di una delle discoteche storiche del territorio termale. Una discoteca che ha visto clienti provenire non solo dall’intero territorio termale, ma anche da tutta la provincia di Padova e da fuori città. Il Casablanca è stato per moltissimi anni un luogo di ritrovo per intere generazioni adulte, generazioni che hanno visto nel Dancing Casablanca un luogo in cui fare quattro salti, balli di gruppo e state in compagnia con amici e con la persona amata. Il Casablanca ha visto moltissimi gruppi esibirsi, gruppi che girano le discoteche italiane e le principali sagre. La famiglia Squarcina, che l’ha gestita egregiamente in tutti questi anni, ha quindi deciso di dire “stop”.

Dopo aver fatto dei tentativi di riapertura, quando è stato possibile, le nuove chiusure dello scorso autunno-inverno hanno dato la bastonata definitiva. «Evidentemente la pandemia che ha segnato gli ultimi due anni ha messo in crisi il settore dei locali da ballo e quindi dopo due anni di mancati introiti, in cui non hanno lavorato, gli Squarcina hanno deciso di lasciare», dice ancora Mortandello. «A loro va il nostro infinito grazie per quanto fatto per il nostro territorio». Il grazie di Mortandello è anche il grazie di generazioni intere, soprattutto quelle dei cosiddetti “anta”.

Su Facebook in questi mesi i tanti clienti si sono scatenati nell’evocare i bei tempi e nel chiedere informazioni sulla riapertura della discoteca. Il gruppo “Quelli del Casablanca”, che ha quasi 2 mila iscritti, ha visto pochi giorni fa comparire, tra i vari commenti ai post in cui si chiedono informazioni, un annuncio della proprietà. «Il Casablanca rimane ancora chiuso, stop», si legge in uno dei commenti. «Vi informeremo sulle nostre decisioni ma non prima di settembre prossimo. Vi ringraziamo per il costante vostro pensiero e speriamo a presto». —

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi