Contenuto riservato agli abbonati

Padova, ex bimba di Chernobyl torna come profuga

Da Valsanzibio in tre guidano fino in Polonia per salvarla: «Questa ora è casa sua». E ieri a Bovolenta il grande corteo con oltre 300 persone

PADOVA. Sono i bambini i protagonisti della solidarietà nei confronti dell’Ucraina. Bimbi che hanno aperto con la bandiera gialla e blu e i cartelli “Stop alla guerra” il corteo di ieri pomeriggio a Bovolenta, l’ennesimo di un territorio come quello padovano che si è mobilitato per la pace. Ma che sa anche accogliere, come accade a Valsanzibio, dove una ex “bimba diChernobyl” ora torna da profuga.

IL

Video del giorno

Maltempo, ecco la violenta grandinata che si è abbattuta su Padova, Selvazzano e Torreglia

Risotto integrale al limone con crudo di gamberi e pomodorini al timo

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi