Contenuto riservato agli abbonati

Guardrail killer a Carmignano, due tecnici a processo per la morte di una venticinquenne

La Chevrolet Matiz trafitta dal guardrail di legno

Sono dipendenti dell’Unione Comuni della Brenta addetti ai lavori della barriera accuminata che ha ucciso Benedetta Ciprian

CARMIGNANO DI BRENTA. Finisce a processo l’assurda morte di Benedetta Ciprian, la 25enne di Carmignano di Brenta, uccisa dal punto terminale di un guardrail che ha trafitto, come un freccia, l’abitacolo della Chevrolet Matiz che lei guidava la notte del 21 luglio 2020.

Lo ha stabilito il gup padovano Domenica Gambardella, rinviando a giudizio due dipendenti dell’Unione dei Comuni della Brenta accusati di cooperazione in omicidio colposo: Ennio Bonollo, 62enne vicentino di Sandrigo (difeso dall’avvocato Marco Grotto) e Lino Brugnaro, 65 anni di San Giorgio delle Pertiche (avvocati Michele Iannuzzi e Alessandro Ferello).

Video del giorno

Funerale Del Vecchio, gli abbracci della famiglia e la partenza della salma tra gli applausi

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi