Contenuto riservato agli abbonati

Nuovo progetto per rilanciare l’Arcella «Un rettangolo sopraelevato in stazione»

De Stavola e Schiavon lanciano l’idea di un segno architettonico che sia collegamento con il centro. Venerdì la presentazione

PADOVA. A guardarlo dal satellite il perimetro dell’Arcella è pari a quello della cinta muraria che circonda il centro. Città nella città, come si è sempre detto. Punto di incontro (e spesso anche scontro) è la stazione, cerniera della netta cesura dovuta al fascio di binari che attraversano la città da est a ovest. E allora perché non realizzare proprio qui un landmark, cioè un simbolo architettonico che possa caratterizzare la città?

È l’idea messa su carta dall’ingegner Gianmaria De Stavola e dall’architetto Luciano Schiavon (storico collaboratore di Aurelio Galfetti) e lanciata dall’associazione “Laser”.

Video del giorno

Gelato, l'importanza dell'ordine dei gusti: il video su TikTok diventa virale

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi