Contenuto riservato agli abbonati

Baby gang all’Arcella. Perquisite le case di cinque ragazzini

Avevano circondato un’auto della Squadra Mobile. Gli agenti sul posto per gli schiamazzi tra le vie Lippi e Luini.  Ora sono accusati di violenza, resistenza e oltraggio

PADOVA. Non avevano esitato a minacciare e a strattonare agenti in borghese della Squadra mobile intervenuti dopo la chiamata di una residente per schiamazzi. Un episodio che li ha fatti finire sotto inchiesta per i reati di violenza, oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale. Tuttavia gli accertamenti vanno oltre e puntano a verificare se i cinque ragazzini  siano responsabili anche di altri comportamenti violenti o aggressivi, di sicuro oltre il limite, che la legge bolla come reato.

Qualche

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi