Contenuto riservato agli abbonati

Lega padovana in fibrillazione per l’espulsione di Bano, il no di Marcato e il nì di Zaia

Roberto Marcato e Marcello Bano

Al centro le critiche per la scelta del candidato alle comunali di Padova. Il direttivo regionale ha approvato la richiesta che passerà al federale. Ma il governatore ha chiesto di garantire la difesa

PADOVA. La pratica Bano passa in via Bellerio. E entro un mese dovrebbe arrivare l’espulsione dalla Lega per il sindaco di Noventa, reo di aver contestato apertamente la linea del partito sia in televisione che poi sui giornali.

Ma il voto nel direttivo regionale del partito di Matteo Salvini ha sancito una spaccatura con la contrarietà di Roberto Marcato, attestato su posizioni più critiche, e il tentativo di mediazione del presidente del Veneto Luca Zaia, che ha chiesto di convocare Bano per sentire le sue ragioni prima di espellerlo.

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi