Una casa per i coniglietti abbandonati in un orto urbano a Padova

I quattro esemplari sono stati salvati dagli animalisti e affidati alla fattoria sociale del Kidane Campus

PADOVA. I  protagonisti di questa vicenda sono quattro coniglietti, che dopo essere stati abbandonati nei pressi dell’orto urbano di via Mamiani, sono stati tratti in salvo da alcuni attivisti animalisti e presto saranno consegni alla fattoria sociale del Kidane Campus, una struttura individuata grazie all’intervento dell’ufficio tutela animali del Comune di Padova.

I conigli abbandonati sono stati segnalati tempo fa dagli stessi ortolani, che si sono subito preoccupati e rivolti all’ufficio orti urbani per individuare le modalità migliori per metterli in salvo. I conigli domestici abbandonati in un campo infatti non sono solo un problema per gli orti, nei quali si andavano a nutrire, ma essendo animali non abituati a vivere all’aperto erano in pericolo di vita.

L’ufficio Orti Urbani del settore Verde e quello Animali dell’Ambiente, grazie proprio alla preziosa collaborazione degli ortisti, si sono subito attivati per individuare soluzioni e nei giorni scorsi alcuni attivisti del “Movimento Animalisti 2.0” sono riusciti ad individuare, nell’area comunale adibita ad orti nei pressi della Stanga, sei conigli domestici (della razza “testa di leone”) e stanno lavorando per catturarli: finora sono riusciti a catturarne quattro, mentre altri due giovani esemplari sono riusciti a nascondersi sotto una ceppaia rendendo più difficile il loro recupero.

Tra i conigli recuperati, due maschi e due femmine, vi era anche un individuo con una zampa rotta, che è stato subito portato in una clinica veterinaria per le cure del caso.

In seguito, è stata individuata una struttura in grado di ospitarli: il Kidane Campus, una comunità educativa per minori che, all’interno dei suoi sei ettari di terreno, comprende anche una fattoria didattico-sociale. Qui i coniglietti potranno continuare a vivere serenamente, assieme ad altri animali da cortile (asini, caprette, pecore e galline), circondati dall’affetto degli ospiti e degli operatori della struttura fondata da Don Luca Favarin che si occupa di adolescenti in difficoltà.

L’assessora all’Ambiente Chiara Gallani sottolinea: «Questa storia, per fortuna a lieto fine, offre lo spunto per ricordare quanto sia importante trattare i nostri amici animali con il necessario rispetto e che il codice penale punisce espressamente chi li abbandona o li maltratta. Sono felice che i conigli ora stiano bene e che possano essere accolti nella loro nuova casa, individuata grazie al lavoro dell’ufficio tutela animali del Settore Ambiente. Agli ortisti e ai volontari che hanno preso a cuore il destino di questi animaletti indifesi e ai responsabili del Kidane Campus va il mio più sentito ringraziamento per la loro spiccata sensibilità ecologista».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Turista tedesco fa la pipì nella pasticceria Graziati a Padova: ecco la scena

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi