Contenuto riservato agli abbonati

Scuola e contagi, l’allarme dei presidi a Padova: «Con le nuove regole siamo al collasso»

Incontro tra i dirigenti e il Sisp, la gestione di tamponi e quarantene è complicata. «Siamo impegnati solo con il Covid»

PADOVA. Millecinquecento mail non lette, legate a contatti scolastici. È l’impressionante mole di comunicazioni e, di conseguenza, di situazioni da dirimere, di fronte alla quale si è trovato davanti martedì mattina il Servizio di Igiene e sanità pubblica dell’Usl Euganea. Cartina al tornasole dell’infuriare della tempesta dei contagi all’interno delle aule scolastiche. Un intrecciarsi di segnalazioni di positività, dubbi da risolvere, richieste di tamponi, davanti a cui le Usl tutte, non solo quella padovana, hanno da tempo alzato bandiera bianca.

Video del giorno

Maltempo, ad Asolo la gente con la pala per liberare le strade dalla grandine

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi