Contenuto riservato agli abbonati

Noventa, vigilessa salva la vita all’aspirante suicida. Task force in azione per oltre sei ore

Il palazzo municipale di Noventa Padovana e l'assessore al Sociale, Giovanna Carraro

Per un quarantenne fragile la solitudine della pandemia ha riportato a galla antiche ferite. Momenti drammatici ma anche estremamente umani

NOVENTA PADOVANA. Una vera tragedia si è evitata sabato pomeriggio grazie alla professionalità e alla sensibilità di un pool di persone che ha fatto rete salvando una vita. Per sei ore il gruppo ha lavorato fianco a fianco riuscendo a chiudere il cerchio di situazione abbastanza complessa.

Al centro di questa vicenda c’è un quarantenne fragile che era riuscito a raggiungere un grado di autonomia tale da abitare da solo nell’appartamento di un condominio, ma a cui la privazione della socialità causata dalla pandemia ha fatto riemergere tutte le gravi criticità che era riuscito a superare grazie a un percorso di vita indipendente.

Video del giorno

Milan, Salvini contestato durante la festa scudetto: "Vai a lavorare, sei il disonore dell'Italia"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi