Pm10 in calo torna il verde Nuove regole per le caldaie

Dopo una serie di cinque sforamenti consecutivi seguita da un valore al limite della soglia di allarme (50 microgrammi per metro cubo d’aria), calano le concentrazioni di polveri sottili nell’aria della città e il semaforo dell’Arpav torna sul verde, ad uno stato di allerta zero. L’agenzia regionale lo ha comunicato con il bollettino di ieri.

Le conseguenze sono nulle per la mobilità: tutti i provvedimenti di limitazione, infatti, sono sospesi per il periodo delle feste, dal 18 dicembre fino al 6 gennaio. Nel passaggio dall’arancione al verde, decadono invece le restrizioni relative all’uso di impianti di riscaldamento a biomassa legnosa (era proibito l’uso di quelli fino alla classe tre stelle, rimane il divieto solo per quelli fino a due stelle). Cambia anche il limite della temperatura dentro le abitazioni, negli uffici e nelle attività commerciali, ma anche nelle scuole e nelle palestre: con il verde il tetto è quello di 19 gradi (con l’arancione era 18), mentre resta di 17 gradi la soglia massima nelle attività industriali e artigianali. Il prossimo bollettino dell’Arpav è previsto per oggi. —




2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

A Gardaland apre Jumanji la nuova attrazione che fa l'occhio all'archeologia. L'anteprima

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi