Lutto a Padova, è morto Nerio Bortolami: imprenditore dall’anima sportiva

Bortolami, nominato nell'89 Commendatore Ordine al merito della Repubblica, nella sua lunga carriera imprenditoriale ha ricoperto il ruolo di presidente Veneto e vicepresidente nazionale dell'Assistal, divenendo il primo presidente della Forema, la società di formazione e consulenza di Assindustria Veneto

PADOVA. E' mancato a Padova all'età di 88 anni Nerio Bortolami, una figura storica, nel mondo imprenditoriale, associazionistico e sportivo locale.

Nato il 28 settembre 1933, assieme al fratello Lino, Bortolami, nel cuore di Padova, in piazzetta San Nicolò (in seguito spostata a Camin) fonda la “Bortolami Costruzioni Impianti”. Una società che, a cavallo degli anni Novanta, scala la classifica nazionale delle imprese del settore. Conquistando il settimo posto nella prestigiosa graduatoria del comparto.

Nonostante l'impegno con commesse presenti in tutta Italia, la “Bortolami”, per la ferma volontà dei fratelli fondatori, non ha mai rinunciato ad un forte radicamento nel territorio patavino. Realizzando, ad esempio, gli impianti del nuovo Tribunale, quelli dello stadio Euganeo e dell'Ospedale di Padova.

Nerio Bortolami è stato un personaggio molto importante dell'Assindustria di Padova: fu lui, tra i promotori della storica Legge N. 46, emanata nel '90, autentica pietra miliare della normativa tecnica del settore per garantire la sicurezza degli impianti.

Bortolami, nominato nell'89 Commendatore Ordine al merito della Repubblica, nella sua lunga carriera imprenditoriale ha ricoperto il ruolo di presidente Veneto e vicepresidente nazionale dell'Assistal (l'Associazione Nazionale Installatori di Impianti), divenendo il primo presidente della Forema, la società di formazione e consulenza di Assindustria Veneto.

Ma Nerio Bortolami, oltre a quella imprenditoriale, aveva un'altra grande passione: lo sport. In particolare il ciclismo, che in gioventù pratica a ottimi livelli agonistici. E poi, il rugby ed il tirassegno, in cui vince numerose medaglie d'oro.

E anche qui, Bortolami viene chiamato a rivestire rilevanti cariche associative: per un trentennio, è Consigliere del Petrarca rugby ed è tra i fondatori del Centro sportivo “Memo Geremia” di Padova.

Consigliere per sei lustri anche del Tirassegno Nazionale di Padova e presidente del tiro assegno di Este (Pd), Nerio Bortolami nel 2017 era stato insignito della prestigiosa stella di Bronzo del Coni al merito sportivo.

Nel tempo, Nerio Bortolami non si è mai fermato e soltanto fino ad un paio di anni fa, mettendo a frutto la sua significativa esperienza nell'Albo Nazionale Costruttori del Veneto, ha collaborato attivamente con una nota SOA, accreditando una grande quantità di imprese secondo la vigente normativa sugli appalti pubblici. E inoltre, prestando consulenze, nel delicato settore della partecipazione alle gare pubbliche, ad una conosciuta impresa edile padovana.

Nerio Bortolami lascia la moglie Lucia e i figli Cristiana, Simonetta e Pierpaolo.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Gelato, l'importanza dell'ordine dei gusti: il video su TikTok diventa virale

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi