Tamponi, tutti in coda a Padova tra attese di ore e proteste

I laboratori dell’Usl 6 intasati, i problemi  legati all’hackeraggio dell’Euganea e la chiusura del punto tamponi al Sant’Antonio stanno creando disagi in via Giustiniani

PADOVA. Code e lunghe attese per i  tamponi a Malattie Infettive: stamattina alle 9 due lunghe file  - una di pazienti adulti e un'altra di pediatrici -  si snodavano tra proteste e lacrime dei più piccoli per la lunga attesa al freddo.

Alle 11 la situazione era ancora complicata  con un centinaio di persone in fila. E tutto questo nonostante il servizio efficace garantito dall’Azienda Ospedaliera. Il problema non dipende da via Giustiniani, dove il personale sta lavorando senza sosta e con grande efficienza, ma da una serie di fattori che si sono sommati.

Quella di oggi sembra una "tempesta perfetta": il sito non permette di prenotare per i tamponi a pagamento, è consentito l'accesso solo «alle categorie che ne hanno diritto gratuitamente - si legge nel sito dell'Azienda ospedaliera - ad accesso diretto senza prenotazione e con impegnativa del medico. Dal 2 dicembre 2021 non è più possibile prenotare i tamponi a pagamento».

Non bastasse da oggi è stato chiuso il punto tamponi dell'ospedale Sant'Antonio.

Ancora:  a dare un ulteriore scossone ad una situazione già in crisi, ci hanno pensato gli hacker qualche giorno fa: l'attacco all'Usl 6 ha messo fuori gioco la ricetta dematerializzata, costringendo tutti i pazienti a ricorrere all'impegnativa cartacea e complicando l'accoglienza.

Non solo, i tamponi processati dai laboratori Usl  6 impiegano fino a cinque giorni a dare risposta, mentre quelli di Malattie Infettive al massimo 48 ore, vien da sé che chi ha urgenza si presenta in via Giustiniani, in particolare i genitori con i bambini in attesa di sapere se sono positivi o negativi perché il limbo dell'attesa mette in quarantena tutta la famiglia, con gravi ripercussioni sulla vita lavorativa dei genitori.


 

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi