Padova, via libera alla quarta linea dell’inceneritore con il no di Giordani

Il rendering del progetto per la quarta linea all' inceneritore di San Lazzaro a Padova presentato da HestAmbiente

La conferenza dei servizi approva il progetto di ammodernamento dell’impianto di San Lazzaro, ma il sindaco: «Padova non vuol bruciare i rifiuti di mezzo Veneto»

PADOVA. «Non sono contrario ai termovalorizzatori, ma la nostra amministrazione – con una mozione unanime votata dalla maggioranza – ha condotto in questi mesi una battaglia seria e rigorosa per ottenere migliori condizioni per la città su vari punti chiave del progetto di Hestambiente. E oggi abbiamo espresso parere contrario sul progetto».

Padova, l'assessore: ecco perchè abbiamo detto no alla quarta linea dell'inceneritore

Sergio Giordani, a conclusione della Conferenza dei servizi che ha dato via libera all'ammodernamento dell'impianto di San Lazzaro, spiega le ragioni per cui ha tentato di opporsi alla costruzione di una nuova linea.

«In sede di valutazione d'impatto ambientale sono stati ottenuti significativi passi avanti che rivendichiamo come frutto del nostro lavoro», spiega ancora il sindaco Giordani. «Tuttavia, il tema per me più critico e che a nostro avviso non consente di dare via nessun via libera a scatola chiusa è quello dell’indeterminatezza sul Piano dei rifiuti regionale. La Giunta regionale lo ha adottato ma manca ancora un lungo percorso per la sua approvazione. Ad oggi non c'è nessuna garanzia certa di come la Regione immagini la distribuzione dello smaltimento rifiuti su base territoriale e il rischio che non vogliamo correre, e sul quale ci batteremo, è che ci sia una sproporzione di rifiuti conferiti all’impianto di Padova. Noi pretendiamo un’equa assunzione di responsabilità da parte di tutte le province e di tutti gli ambiti e non siamo disponibili, come Padova, a sopperire all’assenza di lungimiranza di territori che producono, come tutti gli altri, rifiuti, ma non si sono negli anni mai fatti carico delle modalità per concludere il ciclo dello smaltimento con strategie proprie e con un assunzione per quota parte di questa incombenza necessaria»«.

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi