Un mese intero di musei gratis per i padovani e gli universitari

Dall’8 dicembre al 6 gennaio anche per chi abita in provincia.  Aperture serali straordinarie per la Cappella degli Scrovegni

PADOVA. Musei gratis per padovani, residenti in provincia e studenti universitari iscritti al Bo. In più, aperture serali straordinarie per visitare la Cappella degli Scrovegni durante il weekend e i festivi. Un modo per avvicinare i padovani al patrimonio artistico-culturale della città, spesso snobbato proprio da chi a Padova ci vive, e per aprire i luoghi che ne racchiudono la storia anche a chi abita nei comuni vicini e agli universitari.

RILANCIARE, CONTAGIARE

«La bellezza di Padova e delle sue meraviglie è contagiosa, ma soprattutto appartiene a tutti», spiega il sindaco, Sergio Giordani, «e per questo vogliamo incrementare tutte quelle iniziative che ne consentano la più ampia fruizione possibile, in modo da avvicinare i giovani e cittadini alla nostra storia e ai tesori che conserva da secoli la città». È anche un modo per rilanciare la cultura in città dopo le chiusure forzate dovute alla pandemia. I turisti sono tornati, anche se ovviamente a ranghi ridotti rispetto al pre-pandemia, ma le ultime notizie sui contagi rischiano di rallentare viaggi e visite. Per questo si punta molto sui padovani per tornare a riempire i luoghi della cultura della città del Santo.

NICOLA FOSSELLA

COME FUNZIONA

Sarà quindi un Natale padovano anche all’insegna della scoperta e del godimento dell’arte, della cultura e della storia della nostra città. L’assessorato alla Cultura, gestito da Andrea Colasio, ha rinnovato la tradizione dei musei gratis anche per chi viene dalla provincia di Padova. Da mercoledì 8 dicembre a giovedì 6 gennaio, l’amministrazione offre l’accesso gratuito al Palazzo della Ragione e ai Musei Civici (Museo Eremitani e Palazzo Zuckermann) a tutti i residenti a Padova e in provincia e agli studenti universitari. Per accedere gratuitamente sarà necessario esibire un documento di identità o il tesserino universitario per gli studenti. Le aperture serali ovviamente non saranno vincolare alla residenza a Padova e provincia né all’iscrizione al Bo, ma saranno valide per tutti.

CAPPELLA DEGLI SCROVEGNI

All’iniziativa dei musei aperti si aggiungono anche le aperture serali straordinarie della Cappella degli Scrovegni (non gratuita) e del Palazzo della Ragione. Queste però saranno previste solamente nei weekend e in alcuni giorni festivi. Si cominicia sempre mercoledì 8, e sono poi previste per tutti i fine settimana successivi fino alla fine dell’anno, con aperture straordinarie anche il 23 dicembre, il 5 gennaio e il giorno della Befana. «Vogliamo valorizzare la città incrementando l’offerta culturale, tanto più adesso che siamo patrimonio Unesco», spiega Francesca Veronese, direttrice dei Musei Civici, «e per i padovani sarà un’occasione in più per conoscere o rivedere le meraviglie conservate nei nostri musei e le straordinarie pareti affrescate del Salone, mentre per tutti ci sarà la possibilità di visitare la Cappella degli Scrovegni e il Palazzo della Ragione in orario serale».

«Questo è un bel modo di festeggiare il primo Natale dopo il riconoscimento Unesco», aggiunge l’assessore alla Cultura, Andrea Colasio, «si può considerare un regalo per i padovani e una grande opportunità per i turisti internazionali che anche in queste settimane affollano la città. Però non dobbiamo pensare ai nostri musei come luoghi dedicati solo a loro, che sono naturalmente benvenuti, ma come parti vive della nostra città, nelle quali possiamo trascorrere momenti di serenità, di benessere anche per la mente».

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi