A Padova è pronto il piano operativo della Prefettura. Ecco dove e a chi verrà controllato il Green pass

Una task force in campo per i mezzi pubblici: 50 controllori per bus, tram e pullman. Le novità per ristoranti e centri termali, ma anche le feste di matrimonio e i concorsi

PADOVA. Ristoranti, discoteche, musei, palestre, ma anche centri termali, feste di matrimonio o battesimo, convegni e concorsi pubblici.

Il piano operativo della prefettura di Padova, in vigore dal 6 dicembre per i controlli del Green pass (base o rafforzato), avrà un raggio d’azione di 360 gradi.

Il prefetto Raffaele Grassi durante il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica di ieri mattina ha illustrato nel dettaglio i contenuti del piano, articolato per città e provincia, dove sono elencati gli obiettivi strategici: servizi di ristorazione svolti da qualsiasi esercizio per il consumo al tavolo al chiuso; spettacoli aperti al pubblico.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi