Ecco il futuro del Primo Roc di Abano: sanità e ricerca per la rigenerazione urbana

Arrivate quattro manifestazioni di interesse per l’ex caserma di Giarre. Saranno realizzati laboratori e una foresteria, la posa della prima pietra nel 2023

ABANO. Svolta storica per l’ex caserma Primo Roc di via Roveri a Giarre, che è pronta alla rigenerazione. Il Comune di Abano ha infatti recepito nel masterplan “Abano Porta Metropolitana” quattro proposte arrivate da Siav, Fidia Farmaceutica, Sagen e Casa di Cura di Abano.

«Nei primi mesi del 2023 è prevista la posa della prima pietra – annuncia il sindaco di Abano Federico Barbierato – Metà dell’area, di 66 mila metri quadrati, rimarrà a verde mentre l’altro 50% prevede una rigenerazione urbana con un accordo pubblico-privato.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

A Gardaland apre Jumanji la nuova attrazione che fa l'occhio all'archeologia. L'anteprima

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi