Contenuto riservato agli abbonati

Stefani (Lega) contro il bonus cultura a Padova: “I giovani non si comprano con le mance”

In pratica è una sorta di «regalo di Natale» quello che l’amministrazione ha deciso di fare ai ragazzi nati tra il 1 gennaio 1999 e il 31 dicembre 2002. Critica del segretario regionale della Lega al sindaco Sergio Giordani

PADOVA. «Un’umiliazione rispetto ad una generazione che ha fame di futuro e di lavoro. Auspichiamo un’immediata retromarcia di questa idea ridicola». Non usa mezzi termini il segretario regionale della Lega Alberto Stefani nel commentare il “bonus cultura” di 50 euro deciso dall’amministrazione comunale per tutti i ragazzi padovani tra i 19 e i 21 anni.

Un’iniziativa che non è certo piaciuta al leader leghista, che di anni ne ha 29 ma è già parlamentare dal 2018 e sindaco di Borgoricco dall’anno successivo.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi