Contenuto riservato agli abbonati

«Benedetta si poteva salvare: è morta per negligenza»

Giovane automobilista morta a Carmignano, due funzionari dell’Unione Comuni della Brenta rischiano il processo: colpa di un guardrail realizzato senza sicurezza

CARMIGNANO DI BRENTA. Una banale uscita di strada. Poi il destino, beffardo e crudele, che si è messo di traverso quando il punto terminale del guardrail ha trafitto, come un freccia, l’abitacolo dell’auto, uccidendo la 25enne Benedetta Ciprian rimasta intrappolata al posto di guida. Ma non è stato solo una questione di destino. Secondo la procura di Padova ci sono responsabilità penali per quella morte che, forse, avrebbe potuto essere evitata.

Ecco

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, Collovati ai funerali di Di Marzio: "Ho perso un amico, un maestro di vita"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi