Contenuto riservato agli abbonati

Padova, il parcheggio comunale tempio dell’eroina. Aperto un fascicolo per la morte di Nicolò

Lunedì l’autopsia sul corpo del 19enne. Ha perso la vita in un giaciglio di fortuna nel capannone abbandonato di via Sarpi

PADOVA. In un giaciglio di fortuna, tra coperte sporche e inumidite dal freddo, è morto un ragazzo di appena 19 anni, Denis Nicolò Artusi. In uno squallido capannone abbandonato, diventato il tempio del crack e dell’eroina, un’anima fragile se n’è andata troppo presto.

Ora la Procura vuole vederci chiaro. Vuole capire chi ha venduto la dose che ha ucciso il 19enne.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Quirinale, Casellati 'distratta' dal cellulare, Fico è costretto a rallentare lo spoglio

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi