Trovano i ladri dentro casa ne placcano uno, l’altro fugge

Disavventura per una coppia in una villetta di via Carota Arrestato un ventenne, già scarcerato dall’autorità Il complice via con la refurtiva

ABANO TERME

Beccano i ladri in casa e riescono a placcarne uno, facendolo poi arrestare dai carabinieri. È successo giovedì sera, ad Abano Terme, in una villetta di via Carota, nel quartiere Chico Mendez.


La spiacevole sorpresa per la coppia di padroni di casa è avvenuta poco dopo le 19.30, quando al rientro in casa si sono ritrovati all’interno dell’abitazione un paio di malviventi, a volto scoperto, che si erano da poco introdotti all’interno della casa. Dopo aver forzato uno degli ingressi i predoni sono entrati ed avevano già rovistato ovunque, lasciando la casa sottosopra. Hanno prelevato monili d’oro e un orologio d’oro di grande valore. Il colpo sembrava compiuto, quando sono tuttavia arrivati i proprietari, che hanno tentato di bloccarli. Uno di questi però è riuscito a scappare con la refurtiva. L’altro invece è stato placcato. Il ladro non ha posto resistenza e in pochi minuti sul posto sono giunti i carabinieri di Abano, chiamati dai malcapitati proprietari, proprio mentre stavano pattugliando quella zona.

Il ladro, che non era armato, così come il complice, si è allora consegnato alle forze dell’ordine senza porre resistenza. Si tratta di un ventenne, di nazionalità albanese, che è stato arrestato. Ieri mattina a Padova si è tenuto il processo per direttissima per la convalida dell’arresto. L’accusa nei confronti di F.M. (senza fissa dimora, noto alle forze dell’ordine per un precedente reato) è di furto aggravato in concorso.

Dopo la convalida dell’arresto il ventenne è stato scarcerato in attesa di giudizio. Ora i militari dell’Arma sono alla ricerca di indizi che possano consentire di rintracciare il complice, che se n’è andato con la refurtiva, il cui valore è stato stimato, in prima battuta, attorno ai 15 mila euro. Verrà interrogato il giovane albanese arrestato e saranno sentite testimonianze da parte dei vicini che, udito il trambusto, hanno seguito la scena che si svolgeva in strada.

Non è chiaro se il giovane avesse con sé un telefonino dal quale potrebbero emergere indizi importanti per risalire al predone che invece è riuscito a fuggire a gambe levate. ––



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi