Calcio: scontri prima di Mantova-Padova, Daspo a 12 ultras

Lo stadio Martelli di Mantova

Sono stati anche denunciati per rissa e porto oggetti atti a offendere. Sono 10 i tifosi del Padova, per loro divieto di accesso alle partite che va dai 5 ai 7 anni 

MANTOVA. Il questore di Mantova Paolo Sartori ha emesso dodici Daspo nei confronti di altrettanti tifosi del Mantova e del Padova che domenica 7 novembre avevano dato origine a scontri, vicino allo stadio Martelli, prima della partita di Lega Pro.

Il divieto di accesso alle manifestazioni sportive, che va dai 5 ai 7 anni a seconda del coinvolgimento delle singole persone, riguarderà due ultra del Mantova di 31 e 37 anni residenti in città e 10 del Padova tra i 21 e 47 anni, residenti a Padova (cinque) e nei paesi della provincia (due ad Abano Terme, e gli altri a Vigonza, Ponte San Nicolò, Villafranca padovana e Rubano). I dodici sono stati anche denunciati per rissa, porto di oggetti atti ad offendere e per aver lanciato e utilizzato oggetti contundenti.

"È inammissibile - ha detto il questore - che un evento sportivo possa essere usato come pretesto, da parte di una minoranza di individui già noti alle forze dell'ordine, per porre in essere preordinati, organizzati atti di violenza. Solo grazie all'immediato intervento della Polizia non si sono riscontrati feriti, ma l'episodio ha creato non pochi disagi e preoccupazioni tra la cittadinanza che abita nella zona". 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Mapelli, rettrice dell'università di Padova: ecco i due nostri progettti in area Piovego

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi