Contenuto riservato agli abbonati

Buona da bere e per le tasche: con l’acqua “del sindaco” a Padova un risparmio di 460 euro

Pubblicato il tredicesimo rapporto che analizza la qualità di quella potabile. Sono state 19.568 le analisi nel 2020. La lista dei cinque buoni motivi per berla

PADOVA. Se le famiglie padovane bevessero esclusivamente l’acqua del sindaco, che non è quella di Sergio Giordani ma l’acqua pubblica, risparmierebbero quasi 500 euro l’anno. Dunque non sarebbe buona solo per la salute, ma anche per le tasche dei cittadini. È quanto emerge dal nuovo report “In buone acque” di AcegasApsAmga, in collaborazione con l’Usl 6 Euganea, nel quale vengono rendicontati i dati quantitativi e qualitativi delle analisi effettuate sulle acque della rete padovana e di tutto il territorio servito dall’Azienda nel corso del 2020.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Estnord, il rovescio del Nordest: il Tronchetto e i predoni di Venezia

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi