Contenuto riservato agli abbonati

L’Arcella non vuole essere isolata e guarda al “suo” Borgomagno. «Non torni a senso unico»

Tram e auto incolonnati insieme sul cavalcavia ancora ridotto. L’allarme dei commercianti: «È così solo nelle ore di punta non possiamo permetterci di essere nuovamente isolati»

PADOVA. No al ritorno del senso unico sul cavalcavia Borgomagno. La mobilità deve restare quella attuale, a doppio senso di marcia. Gli arcellani - in prima fila i commercianti che durante l’estate hanno incontrato due volte gli assessori Andrea Micalizzi ed Antonio Bressa sulla “Terrazza Bertaglia” ai piedi del campanile di Sant’Antonino - si stanno mobilitando dopo essere venuti a conoscenza che l’assessore alla Mobilità Andrea Ragona, assieme agli attivisti di Legambiente, vorrebbe cancellare l’attuale doppio senso.

Appena

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi