Comitato europeo per i trapianti Emanuele Cozzi nuovo presidente

L’eccellenza della trapiantologia di Padova si afferma una volta di più in Europa con la scelta del Comitato europeo per i trapianti d’organo al Consiglio d’Europa di Strasburgo che ha nominato nuovo presidente per il biennio 2021-2023 Emanuele Cozzi, docente del Dipartimento di Scienze Cardiotoracovascolari e Sanità pubblica, responsabile dell’Unità operativa semplice dipartimentale di Immunologia dei Trapianti dell’Azienda Ospedale Università di Padova. Cozzi conferma così il ruolo di primo piano nella complessa e delicata gestione dei trapianti, anche in veste di consulente del Centro nazionale trapianti come “second opinion nazionale esperta” per le questioni immunologiche e di compatibilità donatore-ricevente.

Il professor Emanuele Cozzi, immunologo clinico, si è laureato all’Università di Padova, e dopo una esperienza di 12 anni all’estero al New York Medical College e il Dipartimento di Chirurgia dell’Università di Cambridge, è rientrato in Italia e da sempre si dedica alla trapiantologia con una particolare attenzione allo xenotrapianto e agli aspetti legati ai problemi di rigetto e all’etica del trapianto.


Il Comitato Europeo per i Trapianti d’organo ha un ruolo direttivo e di indirizzo in materia di donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule, si occupa dei progetti in materia e degli standard di sicurezza e qualità. Inoltre riveste una funzione etica, promuove la non commercializzazione della donazione di organi e la lotta al traffico di organi. Tra le sue attività figura anche la raccolta di dati internazionali e il monitoraggio delle pratiche in Europa, il trasferimento di conoscenze e competenze tra organizzatori ed esperti attraverso la formazione, lo sviluppo dei rapporti, delle reti e l’elaborazione di sondaggi e raccomandazioni.

Da anni il professor Cozzi fa parte della delegazione italiana a Strasburgo e la sua candidatura è stata fortemente sostenuta dal Centro Nazionale Trapianti, come ha sottolineato lo stesso direttore Massimo Cardillo.

Grande soddisfazione per la nomina è stata manifestata dalla rettrice dell’Università di Padova Daniela Mapelli: «Un ulteriore riconoscimento per la nostra scuola medica e per il sistema sanitario veneto» il suo commento, «a Emanuele Cozzi vanno i complimenti miei e di tutto l’Ateneo, oltre all’augurio di un ottimo lavoro. Una scelta che certifica l’eccellenza – oltre che la lunga tradizione – a livello internazionale della trapiantologia padovana». —



Video del giorno

Estnord, il rovescio del Nordest: il Tronchetto e i predoni di Venezia

Insalata di gallina, radicchio, mandorle, melagrana e cipolla

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi