Contenuto riservato agli abbonati

Lui è in coma vegetativo e la mamma è disabile: su di loro incombe lo sfratto, per ora solo rinviato

La drammatica storia di Romano Mandruzzato e Jole Lionello: potranno rimanere nella casa di via IV Novembre, a Zovon di Vo’, fino al 21 dicembre prossimo. Poi il futuro è un’incognita

VO’. Romano Mandruzzato e la mamma Jole Lionello potranno rimanere nella casa di via IV Novembre 545, a Zovon di Vo’, fino al 21 dicembre prossimo.

Lo sfratto esecutivo del 45enne che vive in stato di coma vegetativo da 18 anni a seguito di un incidente stradale avvenuto a Villa di Teolo, e della madre (disabile) che lo assiste giorno e notte, programmato per le 12 di ieri mattina su provvedimento di “sloggio” emesso a settembre dal tribunale di Rovigo, è stato rinviato di due mesi.

A

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi