Contenuto riservato agli abbonati

Tateo, il ginecologo contestato per la scomparsa di Sara Pedri, non si presenta al concorso di Cittadella

La ginecologa forlivese Sara Pedri, scomparsa il 4 marzo scorso

L’ex primario di Ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento al centro della bufera, dopo essersi candidato per il posto dirigenziale, non si è però fatto vedere per il colloquio

CITTADELLA. Saverio Tateo, l’ex primario di Ginecologia dell’ospedale Santa Chiara di Trento al centro della bufera dopo la scomparsa della dottoressa Sara Pedri, non dirigerà l’omologo reparto dell’ospedale di Cittadella: dopo essersi candidato, ieri non si è presentato al colloquio.

La commissione esaminatrice era composta da Aldo Mariotto, Laura Favretti, Michele Vanin, Paolo Lucio Tumaini, Alessandro Ferrari, Patrizio Giovanni Maria Antonazzo, Mauro Pelagalli, Anna Franca Cavaliere e Maurizio Algeri: a risultare vincitore per somma di punti tra titoli e colloquio, il dottor Fabio Gianpaolo Tandurella, classificatosi di poco davanti al collega Giuseppe Sacco.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi