I versi contro il degrado All’Arcella è la poesia il nuovo strumento per combattere lo spaccio

Nello spazio verde a lato della Torre Gregotti inaugurata ieri una mostra L’organizzatrice Anna Vestita: «Riqualifichiamo un’area che è di tutti» 

L’iniziativa

Uno “spazio che spazia” tra tematiche attuali e dinamiche in grado di suscitare nello spettatore uno stupore – il wow – che fa riflettere. Dopo la mostra fotografica AmoreConTatto, realizzata con gli scatti degli alunni del Valle, la “Wall of Wonder” (Wow appunto) Gallery propone una nuova interessante esposizione di arte contemporanea “en plein air” al Magnete della creatività nel quartiere Arcella, a San Carlo nello spazio verde a fianco della torre Gregotti, da sempre area in cui gravitano giovanissimi pusher.


Questa volta, nelle 14 cornici disponibili, hanno trovato spazio i versi del “Movimento per l’emancipazione della poesia”, che con componimenti più o meno ermetici, ma tutti in ugual modo efficaci, ha interpretato il tema “Vizio o virtù?”. È così che, attraverso le sette virtù (le tre teologali fede, speranza e carità e le quattro cardinali temperanza, giustizia, fortezza e prudenza) e i sette vizi capitali (ira, avarizia, superbia, gola, lussuria, invidia, accidia), di cornice in cornice, lo spettatore si interroga sull’importanza di contemplare una visione delle tante facce della realtà, che lascia spazio alla libertà di pensiero, espressione e interpretazione per tutti. «Questa nuova mostra rispecchia quei principi di uguaglianza e inclusione che attraverso queste iniziative vogliamo trasferire. C’è una capacità di dialogare con le persone in maniera trasversale cercando di intrecciarsi con la loro quotidianità – dichiara la professoressa del Valle Anna Vestita, organizzatrice del progetto – Il nostro obiettivo è quello di riuscire a riqualificare questo bellissimo spazio verde attraverso forme d’arte pensate per suscitare nello spettatore delle domande che mirano a sensibilizzare rispetto a una delle piaghe più gravi della società contemporanea: la discriminazione». Uno dei propositi principali con cui nasce la galleria del Magnete della creatività è quello di attirare e coinvolgere il maggior numero di persone possibili: non solo spettatori, ma anche artisti. Proprio per questo chiunque desideri esporre sarà sempre ben accolto in questo luogo speciale. —



Video del giorno

Roma, il 'trasloco' di Mattarella: il presidente visita il nuovo appartamento

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi