Contenuto riservato agli abbonati

Inceneritore Hesta a Padova, comitati in rivolta. «Non ci sarà alcun confronto»

Contestate le regole dell’inchiesta pubblica: «È senza contraddittorio con la Regione e l’azienda»

PADOVA. Dovranno collegarsi uno per volta, esporre le proprie ragioni in dieci minuti e senza contradditorio. E poi cedere il posto a un’altra voce. Non è così che i comitati e le associazioni immaginavano l’inchiesta pubblica sul progetto della quarta linea dell’inceneritore di Hestambiente. Dopo la mobilitazione di questi mesi, i cittadini credevano che sarebbe stata data loro un’occasione di confronto vero con l’azienda.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Covid, Mario Monti: "Trovare modalità meno democratiche per l'informazione"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi