Domani blocco del traffico in centro Stop più lungo di due ore, al via dalle 8.30

Nessun mezzo a motore dentro le Mura fino alle 18.30. L’assessora Gallani: «L’orario è fissato dall’accordo regionale»

Luca Preziusi

Arriva il secondo stop ecologico per le auto in centro storico. E stavolta durerà dieci ore e non otto, costringendo quindi i residenti ad uscire con l’auto prima delle 8.30 con l’auto o a rimanere in città. Rispetto al consueto orario infatti domani il blocco è dalle 8.30 (anziché dalle 10) alle 18.30 invece che alle 18. Chi ha previsto quindi una gita fuori città dovrà organizzarsi all’alba, perché non sono previste deroghe per chi vive nell’area off limits auto. «L’orario è definito dal patto regionale, per unificare le iniziative di tutti i capoluoghi», spiega l’assessora all’ambiente Chiara Gallani.


OTTO CHIUSURE STAGIONALI

Dopo quello del mese scorso, domani è la seconda delle otto domeniche ecologiche della stagione, con la chiusura dell’area perimetrata dalle mura cinquecentesche. Le prossime sono state calendarizzate il 21 novembre, 23 gennaio, 6 e 20 febbraio, 20 marzo e 24 aprile. Un pacchetto inserito tra le misure straordinarie per la qualità dell’aria approvate dalla Regione, che comprende specifiche limitazioni del traffico dal primo ottobre al 30 aprile con il sistema del semaforo a seconda del livello di smog.

DOVE E QUANDO

Le auto non potranno muoversi in centro dalle 8.30 alle 18.30, a meno che non abbiano un motore elettrico. Sarà vietata la circolazione dei veicoli e dei ciclomotori a motore nell’area all’interno delle Mura, caratterizzata dalle seguenti vie percorribili: barriera Saracinesca, via Cernaia, porta San Giovanni, via Euganea, via N. Orsini, via Bronzetti, porta Trento, via Sarpi, viale Codalunga, via Trieste, via Bassi, via Tommaseo, via Venezia, piazzale Stanga, via Ariosto, via Gattamelata, via Gustavo Modena, via Scarsellini, via Manzoni, via Giordano Bruno, via Costa, viale Cavallotti, ponte del Sostegno e via Goito. Inoltre, saranno percorribili gli assi viari di: via Leopardi - via Cavazzana - Prato della Valle - via Cavalletto - via Pasquale Paoli e di via 58° Fanteria - via Sanmicheli - via D’Acquapendente.

LE DEROGHE

Sono previste diverse deroghe, ma non per i residenti (tranne casi eccezionali da dimostrare attraverso una autocertificazione). Via libera a mezzi pubblici, di soccorso e per le urgenze e motivi di lavoro straordinari. Tra queste ci sono i veicoli che trasportano i pasti confezionati per le mense e per le comunità, portatori di handicap, persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili, concessionari di pubblici servizi, chi trasporta farmaci, prodotti per uso medico e di consumo, e gli ospiti degli alberghi. Deroghe anche per cerimonie nuziali, battesimi, confessioni, comunioni, cresime, 50° e 60° anniversario di matrimonio.

CONTROLLI ALLE NO KAT

Intanto continua l’attività di controllo sui mezzi no-kat da parte della polizia locale, per verificare che rispettino i provvedimenti di divieto di circolazione, previsto come misura di contenimento di inquinamento atmosferico e in vigore fino a fine aprile. Finora però alla casella delle multe figura ancora lo “zero” a fronte di 747 controlli (circa 50 al giorno). «Prosegue il lavoro di sensibilizzazione e controllo di cittadine e cittadini in merito alle misure antismog – commenta l’assessora all’ambiente Chiara Gallani – Ed è evidente come la consapevolezza stia aumentando e credo questo sia il frutto di una sempre più diffusa coscienza sulla gravità del problema della qualità della nostra aria. Da oggi (ieri per chi legge, ndr) è anche possibile accendere gli impianti di riscaldamento: su questi nei prossimi mesi procederemo con i canonici controlli a campione per verificare gli impianti siano a norma». —

LUCA PREZIUSI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cherchi: ex della Mala del Brenta invecchiati ma ancora molto pericolosi

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi