Padova, prima sconfitta. A Lecco non basta la rimonta

Sotto di due reti i biancoscudati pareggiano con Saber e Ceravolo. Ma l’espulsione di Monaco apre la strada al ko

LECCO. Prima sconfitta in campionato del Padova che affonda a Lecco, perdendo 3-2 al termine di una partita intensa, piena di errori e ribaltoni. Il primo tempo biancoscudato è il peggiore della stagione.

La formazione di Pavanel non riesce ad adattarsi né al terreno di gioco, né a un avversario aggressivo e veloce. Il Lecco ha in mano la partita e colleziona diverse occasioni da gol. Donnarumma è provvidenziale in un paio di interventi, ma alla mezz’ora si fa sorprendere dal destro di Masini che si insacca all’angolino dai 30 metri.

E 8’ più tardi arriva anche il raddoppio siglato da Mastroianni che segna solo davanti al portiere sfruttando un mal posizionamento della difesa.

Il Padova è alle corde ma ha il grande merito di rientrare in partita allo scadere del primo tempo con il primo gol stagionale di Saber, bravo a inserirsi in area e calciare sul primo palo su assist di Ronaldo.

Nella ripresa, tempo due minuti e il Padova pareggia con bomber Ceravolo che sfrutta una respinta del portiere su tiro di Chiricò.

A quel punto i biancoscudati hanno in mano la partita, premono ma all’11’ restano in dieci per la doppia ammonizione, fin troppo severa, inflitta a Monaco.

E al 22’ arriva così il sorpasso del Lecco che segna ancora dalla distanza con Tordini. Il Padova ci prova fino alla fine ma non riesce a pareggiare e domani potrebbe essere raggiunto in testa alla classifica dal Sudtirol, impegnato con la Giana Ermino.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi