Ruba offerte nella chiesa di Bastia: arrestato in diretta

Giovanni Nardiello, pensionato di 68 anni, residente a Rubano, è considerato un ladro seriale di elemosine in Veneto

ROVOLON. Non deve essere allergico al profumo dell’incenso Giovanni Nardiello, 68 anni, residente a Rubano, considerato il ladro seriale delle offerte nelle chiese del Veneto per i suoi colpi messi a segno in primavera nel Vicentino e nel Trevigiano e ora anche nel Padovano.

Il pensionato, infatti, è stato colto sul fatto dai carabinieri verso le 14 di martedì 5 ottobre nella chiesa di “Santa Maria della Neve”, a Bastia di Rovolon. I militari dell’Arma lo hanno fermato, un arresto simile a quello di pochi mesi fa nelle province di Vicenza e di Treviso.

La tecnica, ormai collaudata, usata da Nardiello per agganciare monete e banconote all’interno delle cassette delle offerte lasciate dai fedeli è sempre la stessa. Il pensionato utilizza un metro telescopio con alla sommità del nastro biadesivo. Così stava facendo nella chiesa di Bastia quando sono arrivati i carabinieri della locale stazione che lo hanno arrestato in flagranza di reato e posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa del rito direttissimo.

L’attrezzo artigianale studiato e costruito dal sessantottenne per i suoi colpi è stato sequestrato, i pochi soldi che era riuscito ad agganciare dalle cassette sono stati restituiti al parroco. Lo scorso mese di febbraio era stato arrestato nella chiesa di Noventa Vicentina (Vicenza) e appena due mesi dopo nel Duomo di Asolo (Treviso). Martedì aveva scelto una chiesa vicino casa, ma ancora una volta gli è andata male. 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi