Este, i due candidati al ballottaggio verso la corsa solitaria. Problemi nei conteggi

Matteo Pajola e Roberta Gallana

Difficilmente Gallana e Pajola sigleranno apparentamenti.  Intanto si segnalano errori nelle attribuzioni dei voti alle liste

ESTE. Ballottaggio, meno dieci giorni. Il 17 e 18 ottobre gli elettori atestini saranno chiamati a scegliere chi sarà sindaco a Este tra l’uscente Roberta Gallana, rappresentante del centrodestra, e il civico Matteo Pajola. In questi giorni sono almeno due le questioni in ballo: la corsa verso gli apparentamenti e il ri-conteggio delle preferenze uscite dalle urne lunedì pomeriggio.

Gli apparentamenti

C’è tempo fino a domenica per dichiarare eventuali alleanze – quelle formalizzate si chiamano appunto “apparentamenti” – in vista del ballottaggio. La strada pare segnata: difficilmente verranno siglati accordi con i due esclusi al primo turno, Giovanni Mandoliti (centrosinistra) e Beatrice Andreose (L’altra Este). La Gallana, forte del suo 47,6%, ha fatto capire di non aver bisogno di voti aggiuntivi. Pajola, che al primo turno ha raccolto il 23,5% dei consensi, ha chiarito che il suo gruppo, più che alla matematica, guarda all’integrità del progetto civico proposto.

Il consiglio e il riconteggio

L’apparentamento sarebbe l’unica via per garantire un posto in consiglio comunale a L’altra Este, il gruppo di Beatrice Andreose che ha ottenuto il 6,15% dei voti, 481 in tutto. La Andreose non ha infatti ottenuto alcun seggio nell’assemblea cittadina, sia che vinca Pajola sia che tocchi alla Gallana. Proprio su questo il gruppo ambientalista ha commentato con un evidente tono di delusione: «Stiamo aspettando certezze circa il criterio utilizzato per comporre il consiglio. Se non riuscissimo a entrare in assemblea, non potremo far altro che denunciare l’ennesima stortura di una democrazia che non consente a quasi 500 persone di venire rappresentate a livello istituzionale».

E a proposito di criteri e conti, alcuni errori commessi in sede di scrutinio e redazione dei verbali hanno visto l’errata attribuzione di voti a numerosi candidati consiglieri. Nelle Civiche d’Este, giusto per fare un esempio, il più votato Stefano Agujari Stoppa ha visto crescere di 10 preferenze il suo consenso (salito dunque a 235), mentre Andrea Quadarella è passato da 50 a 61, circostanza che gli garantirebbe un posto in consiglio in caso di vittoria del gruppo civico. Anche per queste circostanze, le ipotesi di formazione dell’assemblea comunale restano ancora molto incerte.

Il confronto

Tra gli auspici della Gallana c’era la possibilità di un confronto pubblico “faccia a faccia” con lo sfidante Pajola. Si è proposta per l’organizzazione l’associazione Estensione, e il dibattito potrebbe prendere vita il 15 ottobre. Si attendono tuttavia autorizzazioni e conferme.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il popolo rossonero festeggia lo scudetto del Milan in tutto il Veneto

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi