Si scelgono 14 sindaci, in 118.361 al voto

Per tre Comuni (Albignasego, Cittadella ed Este) possibile ballottaggio. In 38 per la fascia di primo cittadino, 780 i candidati

padova

I padovani che da oggi possono presentarsi alle urne, matita alla mano per apporre la preferenza, sono in tutto 118.361. Sono attesi in 126 sezioni di 14 Comuni. Praticamente un cittadino su sei della provincia di Padova avrà la possibilità di scegliere chi far sedere nel governo del proprio paese o della propria città. Cinque anni fa, quando i Comuni al voto erano ancora 14 (c’era Abano Terme, quest’anno “rimpiazzato” da Carmignano di Brenta), gli elettori sono scesi di qualche unità: nel 2016 gli aventi in diritto erano infatti 126. 296.




Quattordici, appunto, le municipalità interessate da questa tornata elettorale, per un totale di oltre 140 mila abitanti. Tre i Comuni che, forti degli oltre 15 mila residenti, potranno prevedere un ballottaggio: Albignasego (il secondo Comune padovano per numero di abitanti), Cittadella ed Este. Le altre realtà al voto sono Arzergrande, Boara Pisani (la “cenerentola” di questa tornata, il Comune con meno elettori), Carmignano di Brenta, Cartura, Grantorto, Montagnana, Montegrotto Terme, Noventa Padovana, Ospedaletto Euganeo, Rovolon e Vigodarzere. Sono 8 i primi cittadini uscenti che hanno deciso di chiedere la riconferma, mentre per 6 amministrazioni comunali sarà una sfida più o meno inedita.



La corsa alla fascia di sindaco è affollata, anche se il numero dei candidati è mediamente in flessione rispetto agli ultimi appuntamenti elettorali. Sono 38 gli aspiranti sindaci in cerca delle 14 poltrone, sostenuti nel totale da 57 liste e da 780 candidati consiglieri. La corsa più affollata è quella di Este: nonostante gli sfidanti siano due in meno rispetto al 2016, con 12 liste nella scheda elettorale la cittadina murata supera di gran lunga sia Albignasego (9 liste) che Cittadella (7 liste).



Sul fronte anagrafico, il candidato più anziano risulta essere Lino Rubini, pensionato di 83 anni alla quarta corsa elettorale a Rovolon. All’opposto, il più giovane è Emanuele Frison, 26 anni, studente e dipendente delle Poste, che spera di guidare il governo di Vigodarzere. In generale l’età di chi si propone come sindaco resta piuttosto alta: solo 13 su 38 hanno meno di 50 anni, e soprattutto solo uno ha meno di 30 anni: sono invece 14 quelli che hanno 60 o più anni. Sul fronte del genere, invece, sono solo 10 le donne che hanno deciso di prendersi il gravoso impegno di guidare una città o un paese, ma gli uomini sono quasi tre volte di più. Decisamente più rosa l’elettorato: 60.585 sono donne, 57.776 invece uomini.



Si vota oggi, dalle 7 alle 23, e domani dalle 7 alle 15. Dopo la chiusura del seggio, inizierà lo spoglio. I risultati nei Comuni più piccoli arriverà già entro il tardo pomeriggio. L’eventuale ballottaggio – nel Padovano l’ipotesi è per tre municipalità – si terrà il 17 e 18 ottobre agli stessi orari. In questi giorni le sedi comunali osservano orari speciali per venire incontro alle esigenze degli elettori. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi