Contenuto riservato agli abbonati

La Cgil sostiene i vaccini, minacce sui muri a Padova

Insulti coperti sulle colonne all’ingresso della Cgil

La scritta “assassini” è l’ultima di una serie di ingiurie e intimidazioni al sindacato: «Non ci lasciamo intimidire»

PADOVA. Minacce alla Cgil di Padova. Nella sede del sindacato sono comparse ingiurie e intimidazioni. “Assassini”, l’ultima scritta comparsa sui muri di via Longhin contro la presa di posizione a favore dei vaccini: «Non ci lasciamo intimidire, anzi ribadiamo l’invito a tutte le lavoratrici e a tutti i lavoratori a immunizzarsi contro il Covid» la reazione della Cgil.

Non è la prima volta che succede: nel corso di pochi giorni, prima Casapound, quindi Veneto Fronte Skineads e, infine ignoti – attaccando striscioni e imbrattando la sede della Camera del Lavoro di Padova – si sono esercitati nel minacciare la Cgil per la sua posizione a favore delle vaccinazioni.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Padova, il sindaco e la giunta di ronda al Portello per controllare la movida

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi