Padova, il corteo dei Fridays for Future prende di mira l’inceneritore di San Lazzaro

Ottocento persone alla manifestazione di venerdì mattina tra studenti e comitati

PADOVA. A Padova il sesto sciopero per il clima porta in strada ottocento persone. Il
movimento Fridays for future guida il corteo che dalla stazione raggiunge l’inceneritore di San Lazzaro. L’opposizione al progetto di costruzione della quarta linea dell’impianto è uno dei grandi temi della protesta, il più sentito a livello locale.

Padova, il corteo dei Fridays for Future prende di mira l'inceneritore di San Lazzaro

Tra i manifestanti sono presenti anche i comitati di quartiere, le reti e i Cobas che da mesi si oppongono al progetto di ammodernamento di Hestambiente.

I numeri della mobilitazione sono lontani da quelli di un paio di anni fa quando il movimento portò in strada 15.000 persone. Ma i Fridays sono ancora vivi, suonano la sveglia sull’emergenza climatica e si proiettano verso la conferenza Cop26, attaccando soprattutto le grandi aziende inquinanti per le quali si chiedono bollette più salate con cui compensare i costi dell’inquinamento.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Cavalla e conduttrice cadono in un fosso. Salvate dai pompieri

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi