Contenuto riservato agli abbonati

Festini al Portello, la rabbia dei residenti. «L’Università non può far finta di niente»

Mercoledì musica e schiamazzi, poi il risveglio tra i rifiuti e oggi la Notte della Ricerca. «Ma la convivenza non funziona»

PADOVA. Stasera l’eccellenza, ieri l’indecenza. Frequentano le stesse aule i protagonisti delle giornate più luminose e delle notti più vergognose del rione Portello. Dove il problema della convivenza fra universitari e residenti rimane irrisolto. L’ennesimo mercoledì di bagordi sulla scalinata in riva al Piovego ha riacceso la rabbia - mai del tutto sopita - dei “resilienti”, come si definiscono gli abitanti della rive gauche del fiume.

Ieri

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi