Contenuto riservato agli abbonati

“Lettera a mio nipote mai visto”: nelle sessanta pagine di diario la verità di Stellio sull’omicidio di Dorjana

Inizia così il lungo manoscritto che parla di problemi economici, di conti, di debiti, del fatto che secondo l’anziano la figlia Dorjana e il marito Galdino, 81 anni, suo ex socio in affari, lo avrebbero ridotto in miseria

PADOVA. Sono per il nipote Michele le 60 pagine di diario che Stellio Cerqueni, 88 anni, aveva portato con sè il giorno in cui con due colpi di pistola ha ucciso la figlia Dorjana. Una lunga lettera per Michele. “Lettera a mio nipote mai visto, scritta e riscritta mille volte”. Inizia così il lungo manoscritto che parla di problemi economici, di conti, di debiti, di come secondo lui la figlia e il marito Galdino,  suo ex socio in affari, lo avrebbero ridotto in miseria.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

La magia dell'autunno in Veneto, ecco le foto più belle del foliage

Grano saraceno al limone e rosmarino con rana pescatrice croccante su crema di sedano rapa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi