Contenuto riservato agli abbonati

Positivo, va in giro a lavorare: «Il Covid? Una minchiata», il caso di un artigiano padovano

Artigiano quarantenne non rispetta la quarantena: denunciato, rischia l’arresto Aveva fatto un tampone per andare a una cena, poi ha disatteso la prescrizioni

CURTAROLO. Per lui “il Covid è una minchiata” e così, nonostante sia risultato positivo al virus, un artigiano quarantenne ha continuato a lavorare in tutta la regione infischiandosene di poter diffondere il contagio in ogni luogo frequentato e delle possibili conseguenze che potrebbe aver provocato nelle persone fragili. Ma venerdì sera l’agente di Polizia locale di Curtarolo e una pattuglia del Reparto Operativo della Federazione dei Comuni del Camposampierese lo hanno atteso davanti a casa e al suo rientro gli hanno contestato la violazione della misura restrittiva a cui era sottoposto per contenere la diffusione del virus e l’hanno denunciato per pandemia colposa.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Val d'Ega imbiancata: le ferite ricucite di Vaia

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi