Omicidio suicidio di Rubano, nei post di Stellio i segnali della tragedia

Stellio Cerqueni in una delle foto pubblicate su Facebook

L’88enne era molto attivo sui social: dai viaggi per il mondo all’amore per Rosetta, fino al messaggio 3 ore prima del delitto

PADOVA. «Mai approfittare di un uomo buono, perché se diventa cattivo nessuno è più cattivo di un uomo buono diventato cattivo». Lette il giorno dopo, inevitabilmente, queste frasi hanno tutto un altro valore. Stellio Cerqueni, che nonostante gli 88 anni era un anziano molto social, non ha mai affidato al web messaggi violenti, né tanto meno intenzioni bellicose, tuttavia ha disseminato mese per mese segnali capaci di disegnare il suo sentimento e la sua personalità complessa.

I segnali su facebook

Su Facebook, Stellio era attivissimo. Nulla di strano, dunque, che mentre è in viaggio per raggiungere Padova, pistola in tasca, trovi il tempo per postare un vecchio ricordo, una foto del primo satellite artificiale Sputnik. Nessuna dietrologia su questo post, ovviamente. Carichi di significato sono invece le frasi che l’88enne propone e ripropone e che lasciano trasparire un senso di delusione e di sconforto. Una è chiaramente rivolta alla famiglia: «In ogni famiglia il rispetto e la capacità di ascoltare sono la fonte dell’armonia». Armonia che, evidentemente, all’anziano istriano mancava, forse anche vista l’assenza assoluta di dialogo con la figlia Dorjana. Un altro post diventa paradossale alla luce di quanto avvenuto venerdì: «Imparate a lasciar perdere, è la chiave della felicità». E invece quel tarlo, quell’allontanamento di casa mai perdonato a Dorjana, ha sempre tormentato l’animo dell’88enne. Fino all’esplosione di rabbia e rancore che si è consumata davanti alla villetta di Rubano, dove Stellio si è trasformato in «quell’uomo buono diventato cattivo», che lo stesso anziano ha descritto in uno dei post su Facebook.

Madre Teresa come un mantra

C’è poi un pensiero che ritorna quasi come un mantra. Sono delle parole di Madre Teresa di Calcutta e Stellio le pubblica per ben ventiquattro volte in meno di due anni. Anche questo, pure senza leggerlo all’indomani della tragedia, racconta l’inquietudine e la sete di felicità dell’anziano: «Un sorriso non costa nulla e produce molto. Arricchisce chi lo riceve senza impoverire chi lo dona. Non dura che un istante, ma nel ricordo può essere eterno». Stellio pare quasi ossessionato da questa poesia-preghiera, perennemente alla ricerca di quel sorriso che è anche «creatore di felicità in casa».

I viaggi, il fucile e Rosetta

L’istriano ama comunicare attraverso i social. Pur senza essere nativo digitale e con oltre ottant’anni sulle spalle, Stellio ha ben tre profili Facebook, posta settimanalmente, condivide articoli ed espone pareri politici. Ha pure un account Twitter, usato in realtà raramente, e un account nella community Digiland. Partecipa a numerose discussioni in vari form e – pare essere davvero lui, visto l’amore per i viaggi e le foto da tutto il mondo – viene persino citato da Quattroruote per gli 800 mila chilometri superati dalla sua automobile. I social di Stellio raccontano dunque una vita dinamica, anche in questi ultimi anni di vecchiaia: ci sono foto da ogni parte del mondo – Russia, Egitto, Tunisia, Sudafrica, Sudamerica – e l’istriano si presta anche a foto molto curiose, che sia a cavallo di uno struzzo o che stia mimando un faraone davanti a una piramide. Stellio non nasconde neppure di detenere delle armi: con più annunci mette in vendita uno dei suoi fucili da caccia con tanto di cartucce. E poi ci sono le immagini che raccontano del suo amore per Rosetta, la donna che era arrivata nella sua casa come badante ma a cui poi si era legato sentimentalmente: ci sono le immagini di compleanni, di viaggi e di cene. Nei viaggi, e nel legame con Rosetta, l’88enne racconta la sua vivacità e il suo spazio sereno. Il mondo di un uomo normale, all’improvviso «diventato cattivo».

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi