Contenuto riservato agli abbonati

Giovane mamma uccisa con un colpo di pistola: Alessandra si è difesa fino all’ultimo

L’autopsia sul corpo della Zorzin rileva lesioni a braccia e gambe: uccisa da un solo colpo sparato all’altezza dello zigomo

MONTECCHIO. L’autopsia effettuata sabato mattina dal medico legale Antonello Cirnelli ha dato subito qualche indicazione sul caso di omicidio-suicidio: prima di tutto Alessandra Zorzin ha tentato disperatamente di difendersi, ma la sua resistenza non è bastata a fermare il suo carnefice. Sul corpo della 21enne sono state infatti riscontrate lesioni sulle braccia e sulla gambe riconducibili ad una difesa.

Insomma, la giovane donna avrebbe disperatamente cercato di fuggire al destino a cui l’ha invece condannata Marco Turrin, guardia giurata di 37 anni di Vigodarzere.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Egitto, per la prima volta l'arte contemporanea in mostra ai piedi delle Piramidi di Giza

Torta di grano saraceno con mirtilli e mele

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi