Contenuto riservato agli abbonati

Reparti Covid al Policlinico di Padova: nuove aree per i contagiati

Giovedì si è riunita l’unità di crisi. Anziani positivi in un’ala di geriatria al Sant’Antonio, a malattie infettive la terapia subintensiva

PADOVA. Vaccini come frangiflutti grazie ai quali potrà essere contenuta la quarta ondata della pandemia da Covid 19 nell’imminente stagione autunno-invernale: è questa la premessa alla base della riorganizzazione che ieri mattina è stata discussa in occasione della riunione dell’Unità di crisi Covid nell’Azienda Ospedale Università di Padova. Un piano soft favorito dagli effetti della campagna di vaccinazione che si riflettono sul numero contenuto di ricoveri di pazienti Covid positivi.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi