Contenuto riservato agli abbonati

Vertenza Grafica Veneta, i due dirigenti patteggiano 45 mila euro

Accusati di sfruttamento di manodopera  concordano 6 mesi di reclusione convertiti in sanzione pecuniaria

PADOVA. Accusati di sfruttamento di manodopera. Poi finiti agli arresti domiciliari per un mese e (per meno ancora, appena 15 giorni) sottoposti all’obbligo di dimora. A metà ottobre quella sporca storia di sfruttamento, pestaggi e diritti negati, che ha “rovinato” l’estate di Grafica Veneta, sarà solo una vecchia storia da archivio.

Già, inchiesta lampo per l’amministratore delegato Giorgio Bertan, 43enne di Camposampiero, e il responsabile della sicurezza Giampaolo Pinton, 60enne di Santa Giustina in Colle, i dirigenti del colosso della stampa mondiale che hanno messo in campo il difensore “pigliatutto” Fabio Pinelli (sue le difese dal direttore generale di Banca Popolare di Vicenza al banchiere Consoli e al sottosegretario Siri, senza scordare il ruolo da difensore di fiducia della Regione Veneto...

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Mattino di Padova la comunità dei lettori

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi