Padova, il corteo “No Green pass” cambia percorso: niente finale in Prato

Domani 11 settembre la manifestazione si concluderà in piazza Eremitani. Il questore: «Abbiamo chiesto agli organizzatori di rivedere il tragitto alla luce delle lamentele dei commercianti del centro storico»

PADOVA. Il corteo “No Green pass” di Padova cambia percorso: sabato 11 settembre l’ormai puntuale manifestazione organizzata dal gruppo VenetoNoGreenpass non terminerà più il suo tragitto in Prato della Valle ma culminerà in piazza Eremitani, dunque dalla parte opposta del centro storico.

A confermarlo, dopo il volantino diffuso attraverso il gruppo Telegram “VenetoNoGreepass”, è stato direttamente il questore Isabella Fusiello.

«Non possiamo vietare manifestazioni come queste, perché così facendo andremo a minare la libertà tutelata dalla Costituzione», ha spiegato il questore, «Sappiamo bene che alcuni commercianti, penso ad esempio a quelli di via Dante, si sono lamentati per le mobilitazioni che hanno interessato il centro storico nelle ultime settimane, e anche per questo abbiamo chiesto dei cambi di percorso ai promotori dei cortei, che sono sempre stati collaborativi».

Sabato la richiesta era di dare il via alla mobilitazione in piazza Duomo e di terminare la manifestazione con un comizio davanti a Palazzo Moroni o nella stessa piazza Duomo. Proprio per evitare tensioni e disagi a chi vive e lavora in centro, il percorso ha subito delle modifiche, anche su indicazione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si è tenuto venerdì.

L’appuntamento per la protesta “No Green pass” è per le 17 in piazza Duomo. Da lì il corteo proseguirà per via Manin, piazza delle Erbe, il Liston e via piazza Garibaldi, quindi via Emanuele Filiberto, largo Europa, corso Garibaldi per finire in piazza Eremitani.

È ormai l’ottavo corteo di protesta – contro chiusure, vaccini e certificati verdi – che Padova ospita da qualche mese a questa parte. La città si è confermata cuore della protesta nel Veneto, piazza di riferimento nel Nord Italia.

Sabato scorso 4 settembre al corteo avevano aderito almeno 2.500 manifestanti.

Domenica 12 la protesta si sposterà a Venezia: l’obiettivo è di radunare tutti i movimenti del Veneto, anche per dare compimento a quel network regionale di protesta annunciato anche negli ultimi cortei.

Il ritrovo per domenica – stando alle ultime note organizzative - è fissato alle 15 in piazza Santa Lucia a Venezia. La coda di protestanti raggiungerà quindi Campo Santa Margherita, dove sono attesi almeno un quindici relatori in rappresentanza di numerose categorie.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Maltempo in Grecia, un pullman viene "inghiottito" da una voragine

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi